Il matrimonio nella cultura

  Sessualità

 

 

Le opinioni mediche sulla sessualità non sono state quasi mai discusse finora. Ciononostante, hanno svolto un ruolo importante nelle discussioni e nelle pratiche di rapporti sessuali. Dall’alto Medioevo in poi, la conoscenza della riproduzione, e più specificamente dei rapporti sessuali, è stata una delle scienze riconosciute in cui si poteva imparare nelle università. La formazione accademica a Padova, in particolare, è stata tenuta in grande considerazione, come si può dedurre dal costante flusso di pubblicazioni provenienti da quell’area. Erano così autorevoli che il latino è stato convertito molto rapidamente nelle lingue volgari, per raggiungere un pubblico più ampio con i necessari adattamenti. Soprattutto nei Paesi Bassi l’interesse era alto, data la variegata forza lavoro, che era riuscita ad acquisire un posto di rilievo nella società urbana attraverso l’artigianato e il neringen. Inoltre, avevano sviluppato una forte indipendenza che presupponeva un alto grado di autosufficienza. Ciò richiedeva testi che informassero e insegnassero tutto ciò che aveva a che fare con la vita quotidiana, integrati da manuali per raggiungere l’aldilà in modo sicuro. I cittadini volevano sapere e fare tutto da soli, soprattutto quando si trattava di sessualità. Da qui gli adattamenti laici dei trattati latini, che ben presto provocarono un flusso di testi e di opere didattiche proprie. Queste integravano la saggezza accademica di altri paesi, ma la sostituivano anche con l’esperienza, acquisita da medici e chirurghi con una formazione accademica, e non meno da barbieri e ostetriche. Alla ricerca delle prime tracce della scienza sperimentale nel Medioevo, tutti quei tratti medici in vernacolo meritano più attenzione di quanta ne ricevano di solito.

“A proposito dell’accoppiamento
“In un orgasmo simultaneo, i flussi di semi reciprocamente espulsi potrebbero incontrarsi

In ogni caso, la tradizione classica della scienza medica, stabilita e tramandata da Galeno, è rimasta fortemente presente nella sua continuazione medievale. Tuttavia, i testi originali in volgare erano meno sensibili a questo, a causa della loro scarsa conoscenza. E questo ha reso più facile una visione diversa. Naturalmente, questa libertà non è stata utilizzata solo per sviluppare nuove idee su trattamenti e farmaci sulla base di osservazioni pratiche. Il vuoto era anche riempito da forme comuni di superstizione, magia e magia pura, spesso di tradizioni orali. Un testo letterario come i Vangeli della Spin Rock della fine del XV secolo si prende gioco di questo. Dato il suo successo fino al XVI secolo, questa ciarlataneria popolare continuò a prosperare. Ciò che la scienza medica proclamava sul sesso era spesso in contrasto con ciò che la Chiesa decretava. Se per secoli si dichiarò che la copulazione avveniva inevitabilmente nel regno del peccato e che quindi era infetta, allora già nella seconda metà dell’XI secolo si sentiva un suono completamente diverso dal medico e dal monaco benedettino Costantino Africano. Il solo titolo della sua autorevole opera, De coïtu (sull’accoppiamento), presenta un’attenzione senza precedenti per questo business umano, così come la sua mossa d’apertura: il rapporto sessuale è salutare per il corpo. Egli discute la natura di questo effetto benefico sulla base di variabili in funzione del sesso, dell’età, della predisposizione individuale e anche delle stagioni. Lo fa nel quadro di una descrizione dettagliata dei genitali. E la sua conclusione è che il sesso può funzionare enfaticamente come rimedio e che l’astinenza è la causa di ogni sorta di malattie.

Per inciso, questa posizione non era estranea a ciò che era stato tenuto da molti fin dai tempi di Galeno nel secondo secolo d.C., cioè che il sesso aveva certi effetti benefici e che un orgasmo simultaneo dell’uomo e della donna era necessario per il concepimento. Ma Leone, un monaco, infatti, mostra con dettagli dettagliati e concentrazione sull’atto stesso quanto quel rimedio e anche il piacere siano intesi da Dio. Inoltre, egli fa tali affermazioni in un linguaggio inascoltato e avvincente:

“Nessuno può essere sano senza sesso; il sesso è veramente utile e promuove la salute.

“Oltre a un sacco di cibo e bevande, le vergini hanno bisogno di sperma per rimanere in salute.

Inoltre, egli fornisce fatti stimolanti sull’autorità della scienza, per esempio che le donne godono del sesso il doppio rispetto agli uomini. Questi ultimi trovano piacere nell’eiaculazione del seme, così come le donne in quella del loro. Ma anche le donne ricevono il seme maschile, quindi il doppio. I medici della scuola di Padova hanno seguito con più esempi della necessità di fare sesso, anche senza la costrizione della procreazione. Si è dovuto considerare anche l’eliminazione delle sostanze nocive e di altri materiali in eccesso dal corpo.

Conseguenze negative dell’astinenza

Questa urgenza di rapporti sessuali regolari ci ha fatto guardare anche a chi non ha fatto o non vuole fare sesso. Secondo la stampa popolare del 1531, Der vrouwen natuere, questo si applicava alle vedove, alle suore e alle altre sorelle imprigionate. Oltre a un sacco di cibo e bevande, le vergini hanno bisogno di sperma per rimanere in salute. L’unica soluzione è andare a letto con gli uomini. Chi non vuole o non può, deve vivere in uno stato di povertà. Hanno l’aspetto di un vermiciattolo, presto si ammalano e sono reumatici. Alcuni medici non esitano a prescrivere la masturbazione a orari prestabiliti per queste donne. Questo contrasta notevolmente con il disgusto della chiesa per questo grave peccato, a volte anche troppo per il diavolo. Allo stesso tempo, la crescente venerazione della verginità e del celibato è minacciata. Ma il coito fa parte della natura e svolge un lavoro benefico, anche contro l’isteria nelle donne. Soprattutto l’orgasmo simultaneo è stato cruciale. Solo allora i flussi di semi che si versano reciprocamente si sarebbero potuti incontrare.

Tuttavia, il problema era che la donna aveva un complesso più freddo dell’uomo e quindi doveva letteralmente essere riscaldata per raggiungere il giusto stato di eccitazione. Hildegard von Bingen ha paragonato questa differenza tra la sessualità maschile e quella femminile a un fuoco che si è rapidamente acceso e spento di nuovo, in contrapposizione al piacere più ascendente e duraturo della donna. Di conseguenza, una volta riscaldata, è rimasta presto incinta, mentre era anche più adatta a crescere i bambini. Sulla base di tali conoscenze fisiologiche, anche i preliminari erotici sono stati resi una necessità medica. Questo includeva anche delle linee guida tecniche. In tale contesto, sono state fatte delle allusioni al clitoride come disposizione appropriata per aumentare la temperatura. Anche i mezzi esterni per aumentare l’appetito hanno ora ricevuto maggiore attenzione. Fin dai primi libri confessionali si sapeva già abbastanza bene quanto ce ne fosse bisogno in tutte le sezioni. Sembra che le ricette più bizzarre non siano state evitate. Oppure l’autore del libro confessionale di Worms si scatena? In essa, alle donne è vietato bere sperma per infiammare i loro mariti in un amore più feroce. Probabilmente contro il sesso orale. Né è permesso ottenere lo stesso effetto mettendo un pesce vivo nella vagina, aspettando che muoia, per poi cuocerlo o arrostirlo e poi incorporarlo nel cibo del marito.

 

 

 

 

 

 

LEAVE A COMMENT

*

code