Lifting del Seno nel Lazio

  Chirurgia plastica

I punti di forza

Correzione della ptosi del seno con o senza modifica del volume del seno.
Possibilità di inserire le protesi mammarie associate per l’aumento del volume del seno o la diminuzione del volume della ghiandola mammaria.
Spesso indicato dopo una massiccia perdita di peso

Descrizione

Lo scopo del trattamento della ptosi è quello di riportare l’areola in buona posizione e di restituire al seno un aspetto armonioso.
La gravidanza, l’allattamento e le variazioni di peso possono portare ad un progressivo abbassamento del seno. Attualmente sono disponibili diverse tecniche chirurgiche che consentono di ottenere una curva più attraente. A seconda della sua morfologia, le può essere offerto l’uso di una protesi mammaria o di un’iniezione di grasso autologo per aumentare il volume del suo seno. Infine, la forma e le dimensioni delle cicatrici saranno diverse.
In caso di ptosi moderata, un leggero aumento del seno permette di sollevare il seno. Questa operazione può essere eseguita con l’inserimento di una protesi o con il lipomodellamento (iniezione di grasso).

Se non si desidera un aumento del seno, la ptosi può essere corretta modellando la ghiandola con una cicatrice intorno all’areola chiamata “rotonda”.
Quando la ptosi è maggiore, sono necessarie ulteriori cicatrici:

una cicatrice verticale in caso di ptosi media.
una cicatrice a “T” verticale e orizzontale in caso di ptosi grave.

Intervento

Se avete un’anamnesi familiare di cancro al seno, potrebbe esservi chiesto di fare una mammografia e un’ecografia.
Se si sta considerando un’iniezione di grasso autologo, è necessaria una risonanza magnetica preoperatoria al seno.
La procedura viene eseguita in anestesia generale. Ciò richiede un consulto preanestetico almeno 48 ore prima dell’operazione.
Nella maggior parte dei casi, l’operazione viene effettuata in un ricovero convenzionale (ricovero alle 13.00, dimissione alle 11.00 del giorno successivo).
L’operazione non è molto dolorosa, ma l’assistenza post-operatoria richiede l’interruzione dell’attività professionale per 5-7 giorni.
Domande e risposte
Quali sono le possibili complicazioni?

La complicazione principale è l’alterazione della sensibilità dell’areola e del capezzolo.
La sera dell’operazione può verificarsi un ematoma o un coagulo di sangue, ma questo è estremamente raro.
In caso di posizionamento simultaneo di una protesi mammaria (protesi in plastica), in casi molto rari può verificarsi un’infezione della protesi.
Voglio solo riempire la mia scollatura, quali tecniche sono disponibili?

Alcune donne vogliono solo riempire la parte superiore del seno senza forzare l’areola e il capezzolo con una cicatrice a T.

L’uso di protesi rotonde è spesso inadatto perché riempie tutto il seno e può peggiorare l’effetto del seno cadente inclinando il capezzolo verso il basso.

Si utilizzano quindi protesi anatomiche in silicone la cui parte inferiore è più proiettata rispetto alla parte superiore.

Questo permette di riempire il décolleté correggendo la ptosi del seno (per maggiori informazioni: articolo sul blog sul trattamento della ptosi con protesi anatomiche).

È anche possibile limitare l’aumento di volume alla parte superiore del seno iniettando grasso purificato in questa zona.

Questo non appesantisce il seno nel suo insieme e permette di “imbrogliare” in modo armonioso, evitando così le cicatrici. Il risultato è naturale senza corpi estranei. Tuttavia, recenti raccomandazioni della Società Francese di Chirurgia Plastica hanno limitato l’uso di questa tecnica alle donne sotto i 35 anni di età a fattori di rischio personali o familiari per il cancro al seno (per maggiori informazioni: ultime raccomandazioni sull’iniezione di grasso purificato nel seno).

Dottor Sergio Delfino

Via Tuscolana, 739, 00174 Roma RM

Chirurgia del Seno

 

LEAVE A COMMENT

*

code